Rivotiche (accento sulla ‘o’) m’busse

Rivotiche m'busse

Oggi sono stata a pranzo da mia mamma e come primo ho trovato questo piatto della tradizione abruzzese.

Ecco la ricetta e la preparazione.

Per prima cosa si mette a fare il brodo di carne dopo di ché si procede.Le rivotiche sono delle specie di crepes fatte con uova, farina e sale. La dose canonica è: 1 uovo, 3 cucchiai rasi di farina e sale. Per ogni uovo si considerano 3 rivotiche, più o meno. Per regolare la consistenza della pastella si può aggiungere dell’acqua.

Quando la pastella è pronta si mette sul fuoco una padella antiaderente precedentemente unta con un pezzo di scotex imbevuto d’olio e si comincia a fare la prima rivotica versando un mezzo mestolo della pastella nella padella. Si fa girare la padella in modo che la pastella copra tutta la base, come quando si fa una frittata, e quando la forma si stacca dai bordi si gira con le mani. Quando è cotta anche dall’altra parte si mette fuori dalla padella e si procede a farne delle altre finché la pastella non è finita.

Su ogni rivotica ci si mette un po’ di parmigiano, si arrotola come se fosse un cannellone e si mette in una zuppiera accanto alle altre.

Ci si versa il brodo sopra et voilà, il pranzo è servito!

Le rivotiche si fanno anche ‘scucinate’ cioè in versione cannelloni al forno con ripieno di mozzarella e carne macinata e ragù.

A me piacciono molto 🙂

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Polpette fritte di tonno
Panzerotti
Torta al cioccolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.