Londra: luoghi di culto

Londra: Abbazia di WestminsterDopo il post del mio itinerario a Londra in cinque giorni e quello sui Musei e gallerie d’arte che ho visitato, in questo post vi racconterò di quei Luoghi di culto che sono anche un ‘must’ a Londra, almeno la prima volta.

Una premessa è d’obbligo e cioè ricordarvi che Londra è stata devastata da un incendio nel 1666 quindi di antico come siamo abituati a vedere noi in Italia rimane davvero poco.

ABBAZIA DI WESTMINSTER
Quella dove si sono sposati Kate e William, tanto per intendersi (nella brochure c’è anche la loro foto!).

Se i musei pubblici di Londra sono gratuiti tutto il resto non lo è e costa anche caro.

Detto questo, ho prenotato online un biglietto aperto per l’Abbazia di Westminster  quindi valido in qualsiasi orario della giornata scelta. In questo modo ci siamo risparmiate una notevole fila. Nel prezzo del biglietto è inclusa anche l’audioguida multilingue utile per non perdersi le cose più significative da vedere. Comunque in giro ci sono i volontari pronti a venirvi incontro.

L’Abbazia di Westminster è il luogo delle incoronazioni; si può infatti ammirare anche il trono in legno utilizzato la prima volta nel 1308 e pronto per la prossima incoronazione. Io me ne ricordavo, scusate se sono banale, da una scena del film Il discorso del re.*

E’ un luogo carico di storia, non c’è che dire. La storia con la ‘S’ maiuscola. In essa sono seppelliti re ed eroi britannici ma anche letterati, musicisti, poeti.

Non si possono fare foto ma mia sorella è riuscita a farsi un selfie con la lapide di Jane Austin, una delle sue scrittrici preferite. Un cenno quasi impercettibile della bocca comunica soddisfazione, secondo me 😉 Grazie Sister per averne autorizzato la pubblicazione!
Londra: Abbazia di WestminsterMentre invece un’idea del pavimento cosmatesco dell’altare ve la potete fare guardando questa riproduzione del dipinto gli Ambasciatori di Hans Holbein il Giovane alla National Gallery.

Londra: National GalleryDella Cappella della Vergine è difficile non rimanere meravigliati dal soffitto in pietra con volte a ventaglio. Sembra fatto di avorio.

La chicca dell’Abbazia di Westminster per me è stata l’epitaffio della tomba di Elisabetta I e quella di Maria I, sua sorellastra e sovrana prima di lei che non ha un suo proprio monumento qui.

C’è scritto ‘Partners in throne and grave, here we sleep Elizabeth and Mary, sisters in [the] hope of the Resurrection’ (Compagne nel trono e nella tomba, riposiamo qui noi due sorelle, Elisabetta e Maria, nella speranza di un’unica resurrezione.)

Due sorelle con idee opposte come nelle migliori famiglie, forse anche nella mia; ma unite. Mi sono commossa.

Una curiosità invece è la tomba del milite ignoto, morto durante la prima guerra mondiale, posta all’ingresso principale dell’Abbazia, circondata da papaveri rossi artificiali. Mi è sembrata un’installazione contemporanea più che una tomba. Nei giorni seguenti poi ho notato che alcune persone indossavano sui revers delle giacche una spilla simile. Tornata a casa ho fatto una ricerca su internet e ho scoperto che il papavero è il fiore che ricorda i caduti in battaglia e le spille vengono indossate di solito nel Remembrance Day (11 novembre) e nelle settimane precedenti. Maggiori informazioni le ho trovate qui

Per gli amanti dei chiostri come me qui ce ne sono ben due; deliziosi! Quello grande è quello della foto di apertura del post; quello ‘buio’ invece è questo.
Londra: Abbazia di WestminsterE poi la descrizione della Chapter House, la sala capitolare, riportata nella didascalia l’ho trovata incantevole: ‘as the rose is the flower of flowers, so this is the house of houses.’; mica c’è bisogno di tradurre?
Londra: Chapter HouseCATTEDRALE CATTOLICA DI WESTMINSTER
A mia sorella faceva piacere non perdere la Messa e a me riposarmi; quindi ci siamo venute. L’esterno in mattoni bianchi e rossi ci ha ricordato le chiese russe. Leggendo poi la guida Mondadori ho saputo infatti che si tratta di una costruzione bizantina.

CATTEDRALE ANGLICANA DI SAN PAOLO
Quella dove si sono spostati Carlo e Diana ma anche quella di Mary Poppins!**

Biglietto prenotato online con ingresso aperto entro l’orario d’apertura del giorno scelto.
Londra: Cattedrale di San PaoloNel biglietto è compresa anche l’audioguida che forse è abbastanza povera come spiegazione e per noi italiani forse addirittura superflua come ad esempio la funzione di un fonte battesimale piuttosto che di un pulpito. Credo che sia noto ai più 🙂

Mi ha colpito comunque il desiderio della Cattedrale di aprirsi a tutti, credenti e non credenti, attraverso la commissione di opere di arte contemporanea come ad esempio questa Madre e figlio di Henry Moore dove ognuno può trovare dei propri riferimenti. Tenerissima.
Londra: Cattedrale di San PaoloLa chicca della Cattedrale di San Paolo è sicuramente la vista panoramica dalla Galleria d’oro dopo aver superato la Galleria dei Bisbigli, interna alla cupola, e la Galleria di Pietra.
Londra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloLondra: Cattedrale di San PaoloIn tutto c’è da fare circa quattrocento scalini. Come salire sulla Torre del Mangia insomma 🙂 Qui però i gradini sono più larghi.

Nella Cripta invece sono seppelliti altri eroi britannici e personaggi illustri come il poeta William Blake nella cui lastra è riportata una sua poesia, Auguries of Innocence (Gli auguri dell’Innocenza) ‘To see a World in a grain of Sand / And a Heaven in a Wild Flower / Hold Infinity in the palm of your Hand / And Eternity in an Hour’ (Vedere un Mondo in un granello di sabbia, E un Cielo in un fiore selvatico, Tenere l’Infinito nel cavo della mano, E l’Eternità in un’ora)

Interessanti nella Cripta i due pannelli allineati in parallelo con la cronologia delle vicende della Cattedrale di San Paolo e della Storia britannica. Un bel ripasso di Storia.

Domani vi racconterò di alcuni luoghi del Divertimento che ho frequentato.

*dal film Il discorso del re: https://www.youtube.com/watch?v=-Ipczt0Pe5I
**dal film Mary Poppins: https://www.youtube.com/watch?v=Nm_BW1Vy6Zw

8 pensieri su “Londra: luoghi di culto

    1. amisaba Autore articolo

      ahahah grazie ancora Elisa!
      Perdona gli eventuali errori di ortografia. So che ti creano sofferenza psicologica 😉
      Ci provo a starci attenta aiutandomi anche con Google ma qualcosa sfugge, ne sono certa.

      Replica
  1. Claudia

    Purtroppo mi mancano ancora da visitare questi luoghi di culto a Londra proprio perchè così costosi! Un vero peccato, secondo me, anche perchè – sempre a mio parere – i luoghi di culto dovrebbbero essere sempre accessibili ai fedeli.

    Replica
    1. amisaba Autore articolo

      Grazie Vittoria!
      Da quando ho il blog, quando faccio qualche breve o lungo viaggio al ritorno ho bisogno di scrivere tutto quasi come un flusso di coscienza, ed è bellisimo per me poi andare a rileggermi. Ovviamente spero anche che sia utile a qualcuno.

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.