FAImarathon 13 ottobre 2013: Revival Gotico

Quest’anno il FAImarathon a Siena ha avuto come life motive il Revival Gotico e cioè un percorso che ha richiamato la nostra attenzione sul restyling di cui sono stati oggetto le facciate di molti dei palazzi più importanti della città, soprattutto a fine 1800, a cura dell’architetto Giuseppe Partini, a quanto pare molto quotato all’epoca.

Gotico in quanto il Partini non ha stravolto lo stile pre-esistente ma l’ha conservato, mimetizzandolo oppure rifacendolo di sana pianta, riportando un equilibrio grazie anche alla distribuzione simmetrica dei vuoti e dei pieni.

Come nella precedente edizione, e comunque come in ogni iniziativa del FAI, preziose sono state le informazioni fornite dai Giovani FAI di Siena che si sono fatti aiutare da disegni per facilitare la nostra visualizzazione del ‘prima’.

Il ‘prima’ e ‘dopo’ che mi hanno più colpito sono stati quelli di Palazzo Salimbeni e di Piazza Duomo e scoprirete come mai tra poco.

Ecco le tappe del percorso:
1 Palazzo Salimbeni, sede storica del Monte dei Paschi di Siena.

Siena: Palazzo SalimbeniNella foto di sopra come è attualmente dal 1877; nella foto di sotto come era prima…

Siena: Castellare Salimbeni2 Basilica di San Francesco, il cui rifacimento è stato necessario a seguito anche di un incendio, conserva della vecchia facciata soltanto il rosone.

Siena: Basilica di San Francesco3 Rocca Salimbeni

Siena: Rocca SalimbeniNella foto di sopra la Rocca, praticamente il retro di Palazzo Salimbeni; nella foto di sotto la Rocchetta creata ex novo dal Partini.

Siena: Rocchetta Salimbeni4 Piazza del Campo dove il restyling ha interessato sia la facciata di Palazzo Pubblico sia l’inserimento dei colonnini lungo il perimetro della Piazza

Siena: Palazzo Pubblico5 Rione di Salicotto, territorio della Contrada della Torre, subì un risanamento negli anni ’30 del secolo scorso che significò l’abbattimento e la ricostruzione di molti fabbricati. Il richiamo allo stile gotico fu più soft.

Siena: rione di SalicottoNell’Archivio della Contrada della Torre, aperto al pubblico eccezionalmente per la giornata FAImarathon, è presente un plastico del vecchio quartiere di Salicotto prima del risanamento dal quale sono ben visibili le differenze.

Siena: plastico del quartiere di SalicottoNon tutti i palazzi però sono stati abbattuti durante il risanamento come ad esempio Palazzo Vestri al numero civico 108 di Via di Salicotto.

Siena: Palazzo Vestri6 Piazza del Mercato, per tanto tempo sede del Mercato coperto, ha una struttura che i senesi chiamano il Tartarugone. Attualmente vi si tiene il Mercato del piccolo collezionismo ogni terza domenica del mese ma anche altri eventi.

Siena: Piazza del Mercato7 Piazza Indipendenza dove è tutto finto nel senso che è stato tutto raso al suolo e rifatto di sana pianta nel 1883: Logge della Sapienza e Palazzo Gallerani.

Siena: Piazza Indipendenza8 Piazza Duomo: nel disegno conservato in Vaticano possiamo vedere come era prima del 1661 (disegno parte inferiore del foglio) e come è attualmente (disegno parte superiore del foglio). In pratica il Palazzo Arcivescovile, che oggi si trova nel lato sinistro del Duomo, era collocato tra il lato destro del Duomo e il Palazzo della Provincia, davanti alla Loggia antistante il Museo dell’OPA.

Siena, Piazza DuomoSiena: Palazzo del CapitanoNel 1852 fu rifatta anche la facciata di Palazzo del Capitano (sopra) in Via del Capitano.

9 Palazzo Marsili: restauro mimetico nel lato sinistro e costruzione ex novo nel lato destro 1872-1873.

Siena, Palazzo Marsili

10 Palazzo Chigi Saracini sede dell’attuale Accademia Chigiana

Siena: Palazzo Chigi Saracini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.