Dove dormire ad Amsterdam: Hotel Wiechmann

Amsterdam: Hotel Wiechmann

Hotel a conduzione familiare sulla Prinsengracht, in una zona piacevole e tranquilla rispetto al caos di Piazza Dam e dintorni.

Ci vogliono 5 minuti a piedi fino alla Casa di Anna Frank e alle Nine Streets, la zona dello shopping  ricercato; 15 minuti fino Piazza Dam e il quartiere a luci rosse dove si trova anche la Oude Kerk (Chiesa Vecchia) e 20 minuti fino al Museo Van Gogh e il Rijkmuseum. Da tener presente comunque che la fermata del battello si trova vicino alla casa di Anna Frank per cui l’albergo è comunque ben collegato con il resto della città.

Si tratta di una tipica palazzina olandese, comprese le scale spacca gambe quindi niente ascensore, arredata in stile classico, forse alcuni mobili sono anche d’antiquariato, con tutti i comfort di base come telefono e tv in camera, cassaforte, kit di cortesia e adattatore di corrente a parete in bagno, wifi gratuito e funzionante in tutta la struttura, colazione a buffet molto dignitosa con dolci e salati servita in una saletta con vista sul canale.

Il personale è cordiale ed efficiente già in fase di prenotazione e cerca per quanto possibile di soddisfare le richieste del cliente senza creare false aspettative.

Il valore aggiunto di questo albergo sono le camere che affacciano sul canale. Svegliarsi la mattina, scostare la tenda dalla finestra e trovarsi davanti le caratteristiche architetture e ‘pendenze’ delle facciate delle abitazioni olandesi disposte lungo il canale è un’ esperienza che non potrà non trovare un suo posticino nella mia memoria tra i ricordi degni di nota.

In albergo c’è anche una mascotte, un cane che se ne sta sornione sdraiato all’ingresso. L’ho saputo dopo che avevo prenotato ed ero un po’ perplessa perché il mio rapporto con cani e gatti non è proprio idilliaco e invece ho trovato rassicurante vederlo lì quasi a prendersi cura anche lui di noi ospiti.

Un particolare che può sembrare esagerato riguarda la gestione delle chiavi che vengono consegnate al check-in, tre in totale una per la porta d’ingresso, una per la porta della camera e una per la cassaforte. Appena arrivati bisogna lasciare una cauzione di 20 euro che viene restituita alla partenza quando si riconsegnano le chiavi MA se sfortunatamente dovesse capitarvi di perdere le chiavi oppure di essere derubati vi toccherà sborsare 85 euro di penale. Di certo è un buon deterrente.

Hotel Wiechemann
Prinsengracht 332 – 1016 HX Amsterdam

Ringraziamenti: ho trovato questo albergo grazie ad un post nel blog Valigia a due piazza. Chi lo ha scritto, Elisa, aveva fatto una ricerca accurata prima di scegliere l’Hotel Wiechmann per il suo soggiorno ad Amsterdam quindi ho ritenuto inutile fare lo stesso percorso io visto che lei lo aveva già fatto. Le ho dato fiducia anche perché mi era piaciuto tutto il post. E ho fatto bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.