Domus del chirurgo a Rimini

Rimini: Domus del Chirurgo

E’ stata una tappa non prevista nel mini tour che ho fatto i giorni scorsi e che ha toccato la Repubblica di San Marino, Rimini e Sant’Arcangelo di Romagna.

La scoperta di questo sito archeologico risale al 1989 quando durante i lavori di ristrutturazione di piazza Ferrari nel centro storico di Rimini venne alla luce la prima porzione della domus (abitazione signorile di età romana) del chirurgo.

Gli scavi sono stati ultimati nel 2006 e comprendono un area di 700 mq.

I resti rinvenuti rendono bene l’idea di quello che doveva essere questa domus grazie all’ottima conservazione dei mosaici pavimentali; mi sento quindi di consigliarne caldamente la visita.

La domus del chirurgo venne costruita nella seconda metà II sec. d.C. su una costruzione già esistente. Essa venne abitata dal chirurgo solo nel secolo successivo come dimostrano i ritrovamenti di utensili attinenti alla sua professione.  Venne poi distrutta da un incendio intorno alla metà del III secolo d.C.

Struttura della domus, della parte che è arrivata fino a noi e cioè il pian terreno perché la casa era dotata anche di un altro piano.

Rimini: Domus del ChirurgoDall’angolo in basso a destra in senso antiorario:
– ingresso
– prolungamento dell’ingresso. Mosaico pavimentale bianco e nero con precisa decorazione geometrica
– giardino-cortile
– corridoio

I silos visibili nella foto risalgono al XVIII secolo e sono di pertinenza di un monastero non più esistente.

Rimini: Domus del Chirurgo, il tricliniumIl triclinium, ambiente riservato ai pasti il cui nome si rifersice ai tre letti disposti intorno alla mensa centrale sui quali si adagiavano gli ospiti. La conferma di tale destinazione è data dall’oggetto riprodotto nel mosaico, il kantharis (recipiente usato per versare il vino) e dalla fascia bianca priva di mosaici che circonda la decorazione centrale in quanto doveva essere occupata dai letti.

Rimini: Domus del Chirurgo, il cubiculumIl cubiculum, stanza destinata al ricovero dei pazienti come è stato ipotizzato a seguito del ritrovamento di un graffito sull’intonaco di una parete della stanza in cui è riportata una dedica da parte di un paziente al medico Eutyches in segno di ringraziamento.

Rimini: Domus del Chirurgo, la stanza di Orfeo

La stanza di Orfeo. E’ una delle stanze più rappresentative della domus per il bellissimo mosaico policromo arrivato fino a noi in maniera intatta. Qui sono stati ritrovati la maggior parte degli utensili del chirugo per cui se ne deduce che fosse il suo laboratorio. Il tema di Orfeo era molto caro ai mosaicisti antichi. Orfeo è un leggendario poeta e musicista, abilissimo nel suonare la lira fino ad incantare con la sua musica gli animali sia selvatici che domestici. Sposò Euridice e alla morte di lei scese nel mondo sotterraneo per riportarla sulla terra, ma non poté raggiungere lo scopo. Di lui ne racconta Ovidio nelle Metamorfosi.

Rimini: Domus del Chirurgo, stanza di soggiorno e di accoglienzaMosaico a sinistra: stanza di soggiorno o d’accoglienza.

Rimini: Domus del Chirurgo, calidarium e l'andito.In alto il calidarium, ambiente termale riscaldato.

In basso l’andito, piccola stanza dove si trova il praefurnium, focolare nel sottosuolo per riscaldare il calidarium.

Rimini: Domus del Chirurgo, latrina

La latrina dotata di un mosaico grossolano.

Dopo la sua distruzione, la domus non fu ricostruita e le sue rovine scomparvero sotto terra.

Nella zona attigua alla domus è stata rinvenuta una abitazione palaziale (così l’hanno chiamata gli archeologi) risalente al V secolo d.C., periodo in cui la capitale dell’Impero era stata trasferita nella vicina Ravenna e quindi molti funzionari di stato sceglievano la propria dimora a Rimini.

Struttura dell’abitazione palaziale:

Rimini: Domus del Chirurgo, abitazione palazialeGrande stanzone quadrangolare che doveva costituire forse il fulcro della abitazione.

Rimini: Domus del Chirurgo, abitazione palaziale
Corridoio a L (a sinistra)
Rimini: Domus del Chirurgo, abitazione palaziale

Stanza a croce greca. La stanza era dotata di un praefurnium. Attraverso un sistema di cuniculi sotto ai mosaici l’aria calda si espandeva in tutte le stanze e non soltanto in una, come nella domus del chirugo.

La residenza palaziale non è andata distrutta per eventi particolari come la domus del chirurgo. E’ stata progressivamente abbandonata e ben presto rimase interrata.

L’area venne utilizzata successivamente come cimitero di culto cristiano come testimoniano alcune tombe che purtroppo intaccarano i resti della residenza palaziale.

Rimini: Domus del Chirurgo, cimitero nell'ex-residenza palazialeTomba a cassa.

Rimini: Domus del Chirurgo, ex-residenza palazialePavimento in cocciopesto decorato di età republicana uguale a quello della tomba di cui sopra a testimonianza della stratificazione di costruzioni nel tempo.

2 pensieri su “Domus del chirurgo a Rimini

  1. Claudia Pettinari

    Grazie della visita! Avevo giusto bisogno di una spiegazione chiara e semplificata della domus con immagini esplicative e ho trovato questo articolo.
    Prossima volta che vado a Rimini mi ci devo assolutamente fermare!

    Replica
    1. amisaba Autore articolo

      Ciao Claudia,
      mi fa piacere ti sia stato utile questo post.
      Lì troverai informazioni più approfondite ma ci tenevo a ‘far vedere’ in qualche modo quello che avevo visto io.

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *