Chiostro dell’Abbazia di Torri

Chiostro di TorriEleganza, equilibrio, cura del dettaglio, colore, vita, gratitudine, gioia, serenità, bellezza, pace sono le sensazioni che la visita del Chiostro romanico dell’Abbazia di Santa Mustiola a Torri, frazione di Sovicille in provincia di Siena, ha suscitato in me in occasione della giornata Sovicille delle Meraviglie dello scorso 23 maggio che ha visto l’apertura di pievi, castelli, ville e giardini della Montagnola senese solitamente chiusi al pubblico o comunque con orario ristretto di visita.

E’ stata l’occasione per realizzare il n. 89 delle mie #100cosedafareprimadimorire e ne sono stra felice.

Le notizie storiche sul Chiostro di Torri sono scarse ed è per questo che non ci sono pubblicazioni monografiche; ciò non toglie – anzi aggiunge – fascino alla sua visione.

Il Chiostro di Torri è suddiviso in tre ordini sovrapposti di logge. Il primo, quello più antico risalente al ‘Duecento, è fatto con marmi policromi bianchi, rossi e nero-verdi; il secondo, del ‘Trecento, è fatto di mattoni e il terzo, del ‘Quattrocento, è fatto di legno.

Non si tratta del solito Chiostro, magari ben tenuto, con colonnine diversificate (tonde, ottagonali, lisce, decorate a basso rilievo) e capitelli più o meno decorati. No. Qui i capitelli rappresentano soggetti naturali e sono quasi la meno. La vera particolarità del Chiostro di Torri sono le rappresentazioni scolpite nei pulvini del primo ordine di logge (il pulvino è l’elemento architettonico strutturale a forma di tronco di piramide rovesciata, posto tra il capitello e l’imposta dell’arco). Vanno guardate una per una e da tutti e quattro i lati!

Scene della Bibbia, uccelli, quadrupedi, mostri, sirene, geometrie ed elementi enigmatici popolano questi pulvini.

Siccome sono davvero tante le rappresentazioni ho pensato di riportare qui una carrellata di immagini scrivendo come didascalia quello che io vedo, aiutata dalle mie conoscenze e dai libri consultati, mettendo a volte a confronto la mia visione con altre immagini che la mia mente mi ripropone. Vi piace l’dea? spero di sì.

Là dove non sono riuscita ad identificare ciò che vedo, chiederò il vostro aiuto. Magari qualcuno di voi che mi legge è ferrato nella simbologia romanico gotica oppure ha visto molte chiese romaniche e gotiche e quindi ha familiarità con queste rappresentazioni. Vediamo un po’ cosa ne viene fuori.

Iniziamo allora. L’ordine è rigorosamente sparso. Una sola raccomandazione: fate caricare tutte le immagini sul vostro computer o device prima di far scorrere la pagina perché sono tante le immagini ma ne vale la pena, secondo me.

Questo intanto è l’ambiente dove affacciano la Chiesa delle SS. Trinità e Mustiola a destra e il Chiostro di Torri davanti a noi, in fondo.

TorriOltrepassata la soglia inizia la meraviglia.

Chiostro di Torri: offerta di Caino e Abele al SignoreL’offerta di Caino e Abele al Signore
Chiostro di Torri: l'uccisione di AbeleL’uccisione di Abele

Chiostro di Torri: Adamo ed Eva nel Paradiso Terrestre prima della tentazioneAdamo ed Eva nel Paradiso Terrestre prima della tentazione
Chiostro di Torri: Adamo ed Eva nel Paradiso Terrestre dopo la tentazioneAdamo ed Eva nel Paradiso Terrestre dopo la tentazione
Chiostro di Torri: Angelo con spadaAngelo con spada.
Trovandosi nei paraggi di Adamo ed Eva, potrebbe trattarsi dell’angelo che li caccia dal Paradiso Terrestre brandendo una spada?
Chiostro di Torri
Questa raffigurazione si trova nel basamento, in basso in corrispondenza di uno degli accessi al centro del Chiostro. Io vedo un uccello ma non capisco se quello che ha in bocca è un fiore o cosa. Se mi rifaccio all’interpretazione che Gianfranco Jacopo Jacopozzi* dà della penultima foto che ho pubblicato potremmo dire che si tratta di una nuvoletta quindi tipo un uccello parlante? Secondo voi di cosa si tratta?

Chiostro di Torri: Grifone che divora un pesceGrifone che divora un pesce. Questo fa pendant con l’uccello precedente, ll grifone è mostro favoloso con testa e artigli d’aquila, corpo e zampe posteriori da leone.
Chiostro di Torri: la colomba torna nell'Arca di Noè con un ramoscello d'ulivoLa colomba torna nell’Arca di Noè con un ramoscello d’ulivo
Chiostro di TorriSecondo voi si tratta di una figura orante? quello che mi fare venire il dubbio è l’aureola. Potrebbe essere Dio relativamente alle scene di Adamo ed Eva oppure Noè relativamente alla colomba con il ramoscello d’ulivo?
Chiostro di Torri: colombe che si fronteggianoColombe che si fronteggiano. Stanno forse attingendo la rugiada da una pianta?
Chiostro di TorriPigne o vite? Il porcellino a sinistra mi sarebbe piaciuto tanto fosse stato una ‘cinta’ senese ma manca la fascia 🙂
Chiostro di Torri: due quadrupedi si allontanano da tèrgoDue quadrupedi si allontanano da tèrgo
Chiostro di Torri: uccello ocn pigna in boccaUccello con pigna o grappolo d’uva in bocca
Chiostro di Torri: albero della vitaAlbero della vita. Come non pensare all’albero della vita di Expo Milano 2015? 🙂
Chiostro di TorriA me questa forma ricorda la mandorla nella quale talvolta è inserito Gesù o la Madonna assunta in cielo. In questo caso mancherebbe la figura all’interno. Cosa ne pensate?
Chiostro di Torri
Si tratta chiaramente di uno stemma; quale però?
Chiostro di Torri: due uccelli con i colli intrecciatiDue uccelli con i colli intrecciati
Chiostro di Torri: due quadrupedi che si fronteggiano e si porgono una zampa a vicendaDue animali si fronteggiano e si porgono una zampa a vicenda oppure stanno per fare la lotta?
Chiostro di Torri: due animali si mordono la codaDue animali si mordono la coda
Chiostro di TorriScacchiera?

Chiostro di Torri: ruotaRuota. E mi viene in mente la ruota che rappresenta il potere temporale nel Pavimento del Duomo di Siena.
Chiostro di Torri: testa di drago simile a quella di un uomoTesta di drago simile a quella di un uomo
Chiostro di Torri: fiore con otto petaliFiore con otto petali oppure stella a otto punte?
Chiostro di TorriForma vegetale?
Chiostro di Torri: asciaAscia
Chiostro di Torri: conchigliaConchiglia
Chiostro di TorriVite o melograno?

Chiostro di Torri: due draghi con lingua protesa
Due draghi (secondo Gianfranco Jacopo Jacopozzi*; a me sembrano più topi giganti) con lingua protesa. Voi cosa ci vedete?
Chiostro di Torri: animali con i colli intrecciati
Due animali con i colli intrecciati e le teste giù
Chiostro di Torri: due uccelli con i colli intrecciati
Due uccelli con i colli intrecciati e le teste giù

Chiostro di TorriNon so a voi ma a me ha ricordato subito la squadra e compasso della massoneria
Chiostro di Torri: testa di toroTesta di toro
Chiostro di Torri: serena bicaudataSirena bicaudata. Non è inusuale trovarla rappresentata in ambito romanico. A volte è più stravagante come ad esempio quella della Pieve di San Pietro a Gropina che ho visto tanti anni fa. Anche per le strade di Siena abbiamo una sirena bicaudata; si trova in Via dei Rossi. Non è romanica però!
Chiostro di Torri: melogranoMelograno secondo Gianfranco Jacopo Jacopozzi*. Secondo voi?
Chiostro di TorriHo fatto questa foto perchè non so di che tipo di piante si tratti; forse ulivo quello a destra e quello a sinistra?
Chiostro di Torri: fiore di loto chiusoFiore di loto chiuso sempre secondo Gianfranco Jacopo Jacopozzi*.
Chiostro di Torri: dragoDrago con nuvoletta
secondo Gianfranco Jacopo Jacopozzi* A me ricorda il cane dell’Agip con la lingua di fuoco 🙂
Chiostro di Torri: serpenti
Questi serpenti si trovano in una delle colonnine del Chiostro.
Chiostro di TorriEccoli qui; li vedete?

Se siete arrivati fin qui vi meritate un regalo! Ecco una piccola sorpresa. Quando sono andata la prima volta a Torri il Chiostro era chiuso, lo sapevo; ma ci fu qualcos’altro a soprendermi e cioè l’improvviso gorgheggiare di una voce lirica che veniva fuori da una finestra. Approfittai per cristallizzare quel momento in un brevissimo video su Vine. Eccolo quà!


Spero vi sia piaciuto questo excursus per i pulvini del Chiostro di Torri. Sappiate che quelli che non ho fotografato sono comunque da vedere!

Informazione praticissima: il Chiostro è aperto il lunedì e venerdì mattina (non festivi) dalle 9 alle 12. D’estate ci fanno anche i concerti quindi tenete d’occhio il sito dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena o della Pro Loco di Sovicille.

P.S. non dimenticate di provare a rispondere alla mie domande; come direbbe un mio amico di Roma ‘se fa pe sta insieme’ 🙂

 

* Il soave sorriso della Sirena di Gianfranco Jacopo Jacopozzi
Associazione Pro Loco Sovicille
Edizioni Cantagalli – 2008

6 pensieri su “Chiostro dell’Abbazia di Torri

  1. Paolasaba

    Il video mi pare che non riproduca il sonoro, prova a controllare s è così. Quanto alla scacchiera, oserei accostarlo al “setaccio” che abbiamo visto a San Pietro in Cetta e che raffigurava il momento del “bilancio2 esistenziale prima di accedere all’aldilà.

    Replica
    1. amisaba Autore articolo

      Paola, ho controllato; se visualizzi il post da pc devi cliccare sull’icone di Vine, in alto a destra per aprire una finestra da dove parte il sonoro. Se visualizzi il post da ipad devi cliccare sull’icona dell’altoparlante in basso a destra per attivarla e quindi parte il sonoro.
      Riguardo alla scacchiera, per via dei pieni e dei vuoti, che a te ricorda invente il setaccio ho trova questo http://www.artefedelombardia.it/simbologia_elementiiconograficisimbolici.html

      Replica
  2. Maria Ajroldi

    allora, il mio consiglio è guardare sul libro “Medioevo fantastico” di J. Baltrusaitis: alcune immagini sono ricorrenti, ad esempio l’animale con testa d’uomo sul torso, o le bestie affrontate. La stella a otto punte potrebbe essere di derivazione araba. Due colombe che bevono a una coppa ci sono anche nel mosaico del mausoleo di Galla Placidia a Ravenna, e sono interpretate come anime che si purificano. A me in particolare interessano invece gli uccelli con i colli intrecciati, finora come spiegazione ho trovato solo che indicherebbero concordia, qualcuno ne sa di più?

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *