Bao Bello Chef a Siena nella Nobil Contrada del Bruco

Bao Bello Chef a Siena nella Nobil Contrada del Bruco

L’estate senese, parere mio personale, inizia con il Ba’o Bello Chef (ba’o -da leggersi con la ‘c’ aspirata toscana – sta per baco e quindi bruco) giunto quest’anno alla sua 44esima edizione.

Che cos’è il Bao Bello Chef?

Una ‘festa’, che ai non senesi potrebbe ricordare le sagre paesane, con stand diversi dedicati alla pizza, alla carne alla brace, ai vini, ai drinks, da aperitivo o per fare serata, alla birra e alla ristorazione locale con menù di carne e pesce con qualche pennellata di creatività il tutto accompagnato da musica dal vivo e dal gioco a premi con la pista dei barberi.

Dove si svolge il Bao Bello Chef?

Nei suggestivi giardini a piani sfalsati della Nobil Contrada del Bruco delimitati a valle dalle antiche mura medievali vicino a Porta Ovile, in alto da Via di Sinitraia all’ombra della Basilica di San Francesco e verso il centro storico dalla ‘cortina edilizia’ di Via del Comune.

Via del Comune, cuore della Nobil Contrada del Bruco in quanto vi hanno sede il Museo e l’Oratorio della Contrada, è una delle vie più ripide di Siena e su di essa si affacciano in sequenza numerose abitazioni di privati.

Al numero civico 30, quindi circa a metà, una porticina che ai non senesi potrà apparire anonima riserva invece, una volta varcata la soglia, l’accesso ai suddetti giardini.

Quando si entra e ci si ritrova nel piano rialzato da dove scendono le scale che portano a questo inaspettato e ampio spazio verde, il cuore si espande, ve lo garantisco. Sembra quasi di trovarsi su di un palcoscenico.

Quando c’è il Bao Bello Chef?

Ogni anno a luglio, dal martedì successivo alla Festa Titolare della Nobil Contrada del Bruco, per undici serate consecutive dalle ore 19.30 all’1 di notte. Gli stand gastronomici chiudono alle 23.

A chi è consentito l’accesso al Bao Bello Chef?

A tutti, senesi e non senesi, grandi e piccini, indistintamente e gratuitamente.

Chi e come organizza il Bao Bello Chef?

La Società di Contrada della Nobil Contrada del Bruco.

Detto così, ai non senesi forse non dice niente. Molto brevemente, in ognuna delle diciassette Contrade in cui è composta Siena c’è una ‘società’ che gestisce la parte ‘ricreativa’ della vita della Contrada. Nel caso della Nobil Contrada del Bruco include anche l’organizzazione del Bao Bello Chef attraverso una Commissione apposita.

L’organizzazione di base, dopo 44 edizioni, credo sia collaudata. E’ il ‘personale da assumere’ che va gestito.

In realtà, non viene assunto proprio nessuno. Sono infatti i contradaioli stessi che si mettono al servizio del Bao Bello Chef; che sia per cucinare (vedi gli stand della Pizzeria, della Braceria, dell’Osteria ) che per servire (negli stand delle bevande e nel ristorante). Ovviamente ci vuole qualcuno che tenga le fila e organizzi i turni. Le competenze, soprattutto per cucinare, si tramandano di generazione in generazione. Non so voi, ma io la trovo una cosa bellissima questa specie di ‘staffetta’ tra contradaioli adulti e giovani.

E il ricavato del Bao Bello Chef dove va a finire?

Lo so che quelli di voi più scaltri avevate in mente questa domanda e quindi ve la servo sul piatto d’argento. Il ricavato del Bao Bello Chef va alla Contrada stessa per coprire le spese vive della manifestazione. Quello che ‘avanza’ va a rimpinguare il fondo cassa per la prossima Vittoria del Palio 😉

Sì ma, in definitiva, cosa si fa al Bao Bello Chef?

Si mangia a prezzi molto modici, si beve, si ascolta musica (si balla anche, quando c’è la serata Disco) e fondamentalmente si sta in compagnia all’aperto e al fresco.

E’ un po’ come andare sulla riviera di sera nelle località di mare con tutti i locali all’aperto.

Personalmente prediligo il ristorante dove è richiesta la prenotazione e si è serviti al tavolo.

Il ristorante è un po’ il fiore all’occhiello del Bao Bello Chef. La sua peculiarità è che ogni sera in cucina si alternano i cuochi di diversi ristoranti di Siena alcuni dei quali, per l’occasione, chiudono addirittura.

Grazie a questa molteplicità di stili culinari può capitare di fare delle ottime scoperte come ad esempio è capitato a me quest’anno. Sono andata nella serata in cui ai fornelli c’era il cuoco del Ristorante da Guido, dove non c’ero mai stata, e devo dire che mi è molto piaciuto il menù. Sicuramente andrò a trovarli ‘a casa loro’.

Dimenticavo: nelle serate del Bao Bello Chef il Museo della Nobil Contrada del Bruco è aperto e ospita ogni anno una mostra diversa. Può essere anche l’occasione per i non senesi di ammirare un vero gioiello, il Museo (custode tra le altre cose dei Palii vinti dalla Contrada)  che a Siena, con allestimenti personalizzati, è replicato nelle altre sedici Contrade.

Altro sul Bao Bello Chef?

Ci sono particolarmente affezionata perché è stata in una serata di tanti anni fa, proprio nel ristorante, che è nata una delle amicizie più solide della mia vita. Credo che fino ad ora non lo avevo detto a nessuno 😉

Informazioni aggiuntive?

Il parcheggio più vicino è il Parcheggio San Francesco.

Se scegliete il ristorante, portatevi una pashmina o un giacchetto perché i tavoli si trovano in una zona molto esposta dove quasi sempre tira un fresco venticello.

Il ristorante e l’osteria vanno prenotati in anticipo. I menù del giorno e i recapiti telefonici li trovate nel programma in pdf che la Nobil Contrada del Bruco carica nel proprio sito web durante il Bao Bello Chef.

E dopo il Bao Bello Chef, cosa si fa a Siena d’estate?

Niente paura, a ruota seguono il Mangia e Bevi nelle Contrada della Torre e La Pania nella Nobile Contrada del Nicchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *