1 Maggio 2012 al Museo

L’Archivio di Stato di Siena ha aderito all’iniziativa promossa dal MiBAC per la giornata del 1 Maggio aprendo in via del tutto straordinaria, per l’intera giornata di oggi, il Museo delle Tavolette di Biccherna (di solito è aperta nei giorni feriali, dal lunedì al sabato,  con tre ingressi programmati alle ore 9,30/10,30/11,30)

Io non ho potuto fare a meno di andare a rivedermi questi gioielli 🙂

Si tratta di una serie di tavolette di legno, dipinte a tempera o ad olio, prodotte a Siena in un periodo di tempo che va dalle origini del comune fino al XVIII secolo e che servivano da copertura ai registri contabili appartenenti all’ufficio della Biccherna, magistratura comunale preposta all’amministrazione delle pubbliche entrate, e più tardi anche a quelli utilizzati dall’ufficio della Gabella, preposta all’esazione delle tasse, e dall’Ospedale Santa Maria della Scala.

La più antica tavoletta risale al 1258 ed è quella riportata all’inizio di questo post.

Le prime biccherne riproducono scene quotidiane dell’ufficio; successivamente la loro esecuzione venne affidata ad artisti senesi in voga che riprodussero eventi significativi della città.  Ciò ha permesso di ricostruire sia l’evoluzione dello stile degli artisti senesi sia la storia della città.

Ho pubblicato un board Biccherne sul mio account di Pinterest con le tavolette che mi piacciono maggiormente.

Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *