Lettera ai miei lettori

Cari lettori fedelissimi, lettori appena arrivati e lettori futuri di My day worth,
il post di oggi è per comunicarvi che mi prenderò una pausa dal blog.

Il blog rimarrà attivo per cui risponderò agli eventuali commenti o messaggi.

Chi è appena arrivato e vuole approfondire sui contenuti pubblicati può:

  • leggere la pagina Chi sono dove ho messo in evidenza alcuni post che mi stanno particolarmente a cuore;
  • farsi un’idea del pubblico che mi segue o mi ha intercettato tramite Google dalla classifica dei post più letti (colonna a destra);
  • scorrere la tendina delle Categorie (colonna a destra);
  • dare un’occhiata all’Archivio (colonna a destra in fondo) se si vogliono leggere gli ultimi post oppure sfidare la sorte e scegliere un mese a caso per vedere cosa viene fuori.

Io stessa approfitterò di questa pausa per revisionare con calma quanto ho scritto fino ad ora e rendere i post, soprattutto quelli che riguardano Siena, attuali come contenuto.

Il motivo di questa decisione? La necessità di dedicare la mia attenzione maggiormente e con un ritmo più adagio ad alcuni ‘obiettivi interni’ (cit) che mi stanno a cuore.

Come mai da oggi? Perché da oggi avrò una settimana di ferie, o di ‘pausa dal lavoro’ come mi ha detto un collega per il quale si può parlare di ferie solo se si fa un viaggio 🙂 , e quindi lo considero il momento ideale per fare il punto della situazione di dove mi trovo e visualizzare il ‘come’ realizzare ciò che desidero.

Mi piace scrivere e continuerò a farlo ma non sotto i riflettori del blog.

Quanto durerà questa pausa? Non ne ho idea. Potrebbe essere per sempre oppure no.

Come sapere se e quando ci saranno evoluzioni di questa decisione? Rimanendo registrati al blog o registrandovi se siete appena arrivati.

Ringrazio tutti quelli che mi hanno seguito fin qui.

Il blog mi ha permesso di conoscere persone che altrimenti non avrei conosciuto, di riconoscere tra gli iscritti alcune persone che hanno fatto parte della mia giovinezza (cosa che mi ha riempito di gioia) e di raccontare cose -che a voce non avrei mai raccontato- ad alcune persone che mi sono vicinissime quotidianamente. Tutto questo grazie alla condivisione delle mie passioni.

Cos’altro dire?
Un abbraccio virtuale a tutti e ancora grazie.
Con affetto,
Amina

Senza titolo

Il suono iniziale mi ha fatto visualizzare prima una locomotiva a vapore,  molto incerta come immagine; subito dopo si è chiarita con quella di una nave a vapore che attraversava un fiume in mezzo alla giungla.

Io vedevo tutto ma non ero presente fisicamente.

Si è fatto buio, mi sono ritrovata bambina – spaventata – che correva, correva, correva fino a sdraiarsi in attesa che un aereo o un elicottero passassero sopra di lei; ma non accadeva e il suono rimaneva assordante.

Mi sono ritrovata adulta in un grattacielo a vetri circondata dal rumore degli aerei.

Sembrava un bombardamento.
Continua a leggere

Self actualization

Mi merito il meglio di Lucia Giovannini

Nell’epoca attuale la spiritualità può essere coltivata anche in maniera autonoma, sganciata dalle religioni organizzate. Che sposiate un determinato credo o meno, è sempre possibile seguire un cammino spirituale. E se siete atei, potete tradurre il concetto di ricerca spirituale in self actualization, sviluppo delle migliori qualità e capacità umane come amore, compassione, coraggio, consapevolezza, comprensione, pazienza, perdono. Perché alla fine è di questo che si tratta.

Tratto da Mi merito il meglio di Lucia Giovannini edito da Sperling & Kupfer