Palio di Siena 16 agosto 2016: #harivintolalupa

Palio di Siena 16 agosto 2016: #harivintolalupa

I gemellini.
Non capitava un cappotto da 19 anni; non è mai capitato in questo secolo; dal 1933 non capita un cappotto con lo stesso cavallo e lo stesso fantino; l’ultima volta alla Lupa nel 1789 (in realtà 1785). È un evento che si è ripetuto sole 17 volte negli ultimi 500 anni.
GIUSTO PER CAPIRE DI CHE SI STA PARLANDO
Massimiliano Tonelli

Cappotto, si chiama ‘cappotto’ l’eventualità cui ho accennato in chiusura del precedente post Ferragosto a Siena: giorno di vigilia; il deja vu che mi auguravo di vivere.

Continua a leggere

Ferragosto a Siena: giorno di vigilia

Ferragosto a Siena: giorno di vigilia

Una delle cose che mi è sempre piaciuta di Siena è che a Ferragosto la città non si svuota dei suoi residenti come accade altrove ma, al contrario, si riempie.

I senesi che sono in vacanza infatti tornano appositamente in città e non per fare la ‘scampagnata’ come usa in altre città italiane ad esempio in Abruzzo (ho origini abruzzesi e quindi lo so anche perché a qualche scampagnata ho partecipato anch’io durante le superiori); ma perché c’è il Palio.

Continua a leggere

Gentilezza: tre indizi

Gentilezza: tre indizi. Nella foto: sorriso arcaico di Peplos Kore

Sono stata una settimana al mare.

È stata una possibilità inaspettata (leggete come mai qui); ma il mio ‘capo’ è differente e quindi lo ha reso possibile.

Grazie Gaia!

Sono stata a Pescara, come ogni anno; ma quest’anno sono andata più che altro a trovare mia mamma perché l’acqua del mare era inquinata e quindi non ho fatto mai il bagno, io che notoriamente sto sempre in mezzo all’acqua per prendere quell’abbronzatura uniforme che con le sole creme abbronzanti non mi riesce mai di prendere.

Mi sono rilassata, ho letto diversi libri, ho mangiato genuino, ho visto per intero e in diretta la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Rio, ho meditato ogni giorno in quella che è stata la mia cameretta durante gli anni del Liceo e che è grande quasi quanto casa mia a Siena.

Insomma, sono tornata a Siena ritemprata.

Nel viaggio di ritorno, ripensando alla settimana appena trascorsa, mi sono accorta di aver fatto una bellissima esperienza di gentilezze ricevute.

Protagonisti di questi gesti di gentilezza sono stati la signora addetta ai servizi pubblici dell’autostazione Tiburtina, il mio parrucchiere di Pescara e un’artista senese.

Cosa hanno fatto di particolare?

Continua a leggere